iRobot news

Roomba: l’importanza dei filtri

 

Per iRobot e i suoi Roomba pulire bene la casa è importante ma non sufficiente. Gli ingegneri dell’azienda americana studiano continuamente soluzioni che rendano gli ambienti più sani oltre che puliti, liberandoli da quella polvere più fine che tende a dispersi nell’aria quando, per esempio, si spazza con le normali scope o con i tradizionali panni cattura-polvere. Oggi più che mai, con la facilità con cui si riscontrano allergie agli acari della polvere, al pelo e alla forfora degli animali, è importante ottenere oltre che un pavimento pulito anche un’aria priva di particelle e sana da respirare.

I Roomba raggiungono lo scopo in due modi: sfruttando i sistemi di aspirazione integrati e coadiuvati dalle spazzole o dai rulli contro-rotanti e affidandosi a filtri progettati ad hoc per trattenere nei cassetti di raccolta anche le particelle di polvere più sottili. Il principio di funzionamento su cui si basano le attuali serie di robot Roomba, ovvero le 600, 700, 800 e 900, nelle varie declinazioni e modelli, è simile ma a seconda del robot scelto il sistema di pulizia si evolve mentre i filtri fanno da supporto invisibile ma indispensabile agli stessi.
Diversi nella forma, a seconda delle serie, i filtri di iRobot sono facilmente reperibili nei negozi fisici e online per poterli sostituire periodicamente e sfruttarne al massimo l’efficienza.
Prendono il nome dal sistema di aspirazione cui si abbinano: avremo così filtri Aerovac - perché Aerovac si chiama il sistema di aspirazione che equipaggia i Roomba della serie 600 e 700 (filtri R600 e R700) - e filtri AeroForce High Efficiency, più evoluti dei primi, dal nome del potente sistema di aspirazione e rimozione dello sporco che invece si trova a bordo dei robot delle serie 800 e 900 (filtri R800/900).

Filtri R600
Filtri R700

Composti da più strati di materiale per filtrare l’aria e trattenere ogni piccola particella in essa contenuta, mostrano una capacità via via crescente di assolvere al loro compito. D’altronde devono funzionare i primi insieme a un motore aspirante da 33 watt di potenza e a un paio di spazzole contro-rotanti che rimuovono dal pavimento polvere, peli e capelli (sistema Aerovac); i secondi con un motore aspirante di pari potenza ma in abbinamento ai rulli estrattori AeroForce che in virtù dell’assenza di setole e di una maggiore vicinanza generano un’aspirazione fino a 5 volte più potente di quanto garantisca il sistema Aerovac. I filtri ad alta efficienza R800/900 sono infatti in grado di trattenere il 99% degli allergeni, i pollini e le particelle di diametro pari a 10 mm (1 mm = 1/1.000 mm, un millesimo di millimetro). In più, i Roomba della serie 900 dispongono della funzione Carpet Boost che raddoppia, nel pulire i tappeti, la potenza di aspirazione.

Filtri R800/900